Paolo Ruffini, principe di una Cenerentola da trovare. Intervista

Standard

Paolo Ruffini

Paolo Ruffini

Ciuffo di capelli neri sparati in aria, tatuaggi di cartoni animati ovunque e occhi azzurri un po’ guasconi in stile livornese, come il caciucco. Questo è Paolo Ruffini principe atipico e un po’ bamboccione di “Cercasi Cenerentola”, il musical della Compagnia della Rancia firmato da Saverio Marconi e Stefano D’Orazio (ex-Pooh), spettacolo in scena stasera e domani (oggi ore 21:00, domenica ore 17:00) alla Fenice di Senigallia, a conclusione di un mini-tour marchigiano dopo i successi di Fabriano e Fermo.

Paolo parlaci qualcosa della vostra Cenerentola
Anzitutto direi che è un musical con un impianto molto tradizionale, per tutta la famiglia, con un re del genere come Manuel Frattini che ha a che fare con questa anomalia rappresentata da me. Nella favola il principe arrivava a un minuto dalla fine, da noi è il protagonista che non si vuol sposare. Continua a leggere

Annunci