Recensione Ignorante “Sanremo Cover” – Notte n°3

Standard

L'unico concetto di Cover che approvo.

L’unico concetto di Cover che approvo.


Recensione Ignorante “Sanremo Cover” – Notte n°3

Disclaimer:
Sono venuto in possesso della lista delle vere cover proposte dagli artisti alla direzione artistica RAI. Queste sono state purtroppo censurate dai poteri forti, ma la Recensione Ignorante non teme ritorsioni e qui ve le propone.
La carne al fuoco è davvero tanta oggi quindi tutto ciò che non è strettamente necessario, tipo Ron, verrà ridotto all’osso.
Here we go!

NUOVE PROPOSTE:

Maldestro: voto 5
Canzone lista della spesa che non lascia nulla. Ovviamente passa lui.

Willy Wonka: voto 3
Canta di merda, si veste di merda ed è toscano (presumo). Tanto mi basta per seccarlo. Ha anche gente mascherata al seguito… Continua a leggere

Recensione Ignorante “Sanremo edition” – Notte n°2

Standard

Robbie Williams che riflette sulle sue dubbie scelte di vita, pochissimi istanti dopo aver baciato la De Filippi

Robbie Williams che riflette sulle sue dubbie scelte di vita,
pochissimi istanti dopo aver baciato la De Filippi


Recensione Ignorante Sanremo edition – Notte n°2

Disclaimer:
Mamma dice che scrivo troppe parolacce nel blog, quindi per venire incontro alle vostre esigenze bigotte questa edizione di Recensione Ignorante sarà swearing free. Gli artisti vengono giudicati in ordine di esibizione e presentati a volte con il nome vero, altre con quello d’arte, altre ancora come caspiterina mi pare.

Here we go!

NUOVE PROPOSTE:

Marianne Mirage: voto 5
Look da Esperanza Spalding e tunnel dentale sexy. Si presenta con una Gibson e il pubblico dell’Ariston non si capacita di come una donna possa suonare qualcosa, quindi la elimina. Welcome 2017. A dirla tutta il pezzo era bruttino.

Barba Hipster: voto 4
Hipstermania inaugura la seconda serata delle canzoni basse e parlate. Troppo intento ad arricciarsi i baffi e a farsi i risvoltini, negli scorsi 26 anni non si è reso conto che ha una voce raschiata più alla Beruschi che alla Fausto Leali. Continua a leggere

Recensione Ignorante “Sanremo edition” – Notte n°1

Standard

Non so chi l'ha fatta ma è la cosa più divertente vista oggi

Non so chi l’ha fatta ma è la cosa più divertente vista oggi

Recensione Ignorante Sanremo edition – Notte n°1

Disclaimer:
Recensione express per venire incontro alle vostre capacità cognitive e alla mia poca voglia di scrivere. Gli artisti vengono giudicati in ordine di esibizione e presentati a volte con il nome vero, altre con quello d’arte, altre ancora come cazzo mi pare.
Here we go!

CANTANTI:

La cassiera di Catania (o da dove cazzo viene, non mi interessa gogglarla): voto 3,5
Non si capisce che cazzo dice. Sembra ripetere di continuo la parola “adenoidi”, penserei fosse così se gli autori del pezzo non fossero quattro, quindi è verosimile che pronunci anche altra roba. Vestito trionfo del kitsch, parrucca peggio.

Aldo Moro: voto 5
Parvenu dell’antimafia light nel 2007, dieci anni dopo è parvenu e basta. La canzone non dice nulla ma almeno si capiscono le parole.
Portatecelo via! Continua a leggere

“La La Land”, un sogno per tutti – Recensione Ignorante

Standard

la-la-land-reviews
La La Land: voto 9,5

Metto mano al portafoglio per prendere i 4€ del biglietto d’ingresso. Sì esistono ancora dei cinema dove non bisogna vendere un rene per un biglietto, ma siamo alla seconda riga e già sto divagando.
Entro in sala 1, gremita da nemmeno 30 paganti, e mi siedo.
In quel momento nelle orecchie ronza solo la fanfara della macchina pubblicitaria dei PR di Hollywood che sbandierano le 14 nomination all’Oscar del film, come se la qualità dell’arte si potesse valutare solo secondo le cifre stilistiche dei WASP.

Conscio di ciò, metto il cervello in modalità assorbimento, sperando di essere capitato davanti ad una storia che vale la pena vedere.
Quello che non potevo sapere era che stavo per godermi i 128 minuti cinematografici più belli, emozionanti e toccanti degli ultimi 15 anni.

Sì perché “La La Land” – seconda prova alla regia di Damien Chazelle dopo l’ottimo esordio del 2014 con Whiplash – è un film come non ce ne sono più: una lettera d’amore a quella città non-luogo che è Los Angeles, da sempre meta di pellegrinaggio per aspiranti attori, dove la dimensione del sogno può diventare realtà in un battibaleno e viceversa. Continua a leggere

Da Tarantino ad Animali Fantastici, le recensioni ignoranti mancate

Standard

La mia espressione durante la visione di "Animali Fantastici"

La mia espressione durante la visione di “Animali Fantastici”

Negli ultimi mesi ho visto un fottìo di film al cinema ma, per via di oscurissime forze del male, non ho avuto tempo/modo/voglia di scrivere le apposite recensioni, perciò ora ve le beccate tutte mixate e frullate in formato mini.
Buona lettura!

THE DANISH GIRL, Tom Hooper
Film delicatissimo e mai banale che ha il grande merito di far scoprire a me l’attore protagonista Eddie Redmayne. Peccato che decida di rovinarsi la carriera (di sicuro non il conto in banca) con l’ultimo film di questa mia lista.
VOTO: 8+ magone

THE HATEFUL EIGHT: Quentin Tarantino
Un film che sembra uno spettacolo teatrale – e questo è bene;
Il secondo tempo rovina la magnificenza del primo – e questo è male;
Nel secondo tempo c’è la scena in cui Samuel L. Jackson si fa succhiare il biscione nero – e questo è bene;
Finisce con spari e sangue alla cazzo di cane – e questo è male!
Posso andare adesso?
VOTO: 7 (“Ha le capacità ma non si applica” cit. Maestra Nanda) Continua a leggere