Rajoy heading after TV debate, PSOE never as bad as now

Standard

rajoy - rubalcava

rajoy - rubalcava

Last night Mariano Rajoy, the Popular Party candidate to the Spanish Government, imposed himself on his challenger, the socialist and outgoing Zapatero’s Minister of Interns, Alfredo Pérez Rubalcava during the unique TV debate scheduled in this electoral campaign.

That was stated by a flash poll conducted by the agency Metroscopia immediately after the debate aired. In this head to head Rajoy gained the 46% of consents against Rubalcava’s 41%. Continua a leggere

Rajoy in testa dopo il dibattito TV, il PSOE mai così male

Standard

rajoy - rubalcava

rajoy - rubalcava

Il candidato dei Popolari (PP) alla presidenza del governo spagnolo, Mariano Rajoy, sembra essersi imposto ieri sera sullo sfidante, il socialista già Ministro degli Interni con l’uscente governo Zapatero, Alfredo Pérez Rubalcaba. Lo attesta un sondaggio flash effettuato immediatamente dopo la trasmissione dall’agenzia Metroscopia il quale ha visto in testa Rajoy per 46 punti percentuali contro i 41 di Rubalcava.

Il dibattito, andato in onda a reti unificate su ben 19 TV della Spagna (e in Italia su Sky TG24), è stato visto da circa 12 milioni di telespettatori (27% dello share) con punte di 13 milioni e 800mila durante l’intervento di Rubalcaba circa la disoccupazione spagnola, che viaggia oltre il 20%. Continua a leggere

Review Frank Turner @ Barfly, Camden Town, London 06/06/2011

Standard

Frank Turner @ Barfly, London, 06/06/2011

Frank Turner @ Barfly, London, 06/06/2011

Something a journalist should never dare to admit publicly is his own ignorance, but during yesterday’s Frank Turner gig to mark the release of his fourth album England Keep My Bones my lack of knowledge of him, was actually an advantage when it came to the whole evening’s true appreciation.

Let’s immediately say that, while singing, Frank Turner shows one of the purest passions for live events you can find on a rock stage. He’s exhilarating during his speech (mostly based on personal stories) and enchanting when singing. Even from the last row is possible to see clearly the tension of his neck muscles while he screams and ragingly mistreats the six strings of his acoustic guitar.

To be honest it’s impossible to declare Continua a leggere

Londra, “la marcia delle puttane”

Standard

Slut Walk London

Slut Walk London

Erano in circa 3000 ieri, tra donne, uomini, transgender, anziani e bambini, a gridare “Yes means yes, and no means no” per le strade di Londra durante il Slut Walk London, letteralmente “la marcia delle puttane”.

La manifestazione è partita dall’inizio di Piccadilly Road, per passare all’interno del famoso Piccadilly Circus e concludersi sul grande palco di Trafalgar Square dove si sono susseguiti gli interventi al microfono di varie organizzazioni in difesa dei diritti delle donne, come Women Against Rape o English Collective of Prostitutes.

Continua a leggere

Il ghetto nascosto di Malaga

Standard

L’odore pungente di spazzatura e gomme da camion bruciate si infila nel naso di chiunque passi per Calle Bèrnal. I ragazzini giocano in strada con ratti e sigarette, mentre qui, nel famigerato quartiere di Palma-Palmilla a Malaga, nessuna madre sta affacciata a controllare il proprio figlio dalle finestre senza vetri dei palazzi.

La giunta della città andalusa, la cui economia si regge per più del 60% sul turismo, tiene questo lato della città ben lontano dal circo dei media. In parte perchè l’avere una specie di far west dietro l’angolo basta ad alimentare paure e leggende urbane tra la popolazione; e in parte perché in 45 anni dalla costruzione della Palmilla la classe politica locale non ha mai fatto nulla per evitarne la degradazione.
Non solo la giunta, ma anche la polizia municipale e la Li.Ma.Sa (l’azienda di raccolta di rifiuti della città) hanno abbandonato la popolazione che vive nel quartiere. Credendo alle voci che girano nel centro, dicono che è troppo pericoloso per uno “straniero” avventurarsi là dentro e che se lo facessero la gente gli tirerebbe le pietre dai palazzi o gli ruberebbe le scarpe. Per questo motivo irrazionale, da 40 anni, non si vedono macchine della polizia nella Palmilla e vengono pulite solo le strade circostanti al ghetto.

Ma qual’è la realtà dietro tutto questo? È veramente un posto così pericoloso e popolato da criminali?
Continua a leggere