Sangue e cenere, il 2013 dei Gang. Intervista a Marino Severini

Standard

PREMESSA:
Ogni intervista che faccio a Marino, non è la solita intervista per me. In un certo senso faccio questo mestiere anche grazie a lui e ad una chiacchierata che facemmo 6 anni fa.
Buona lettura!
FM

Marino Severini al FCR

Marino Severini al FCR

Trenta anni di carriera, più di 15 album registrati tra inediti, rimasterizzazioni e live cd, infinite collaborazioni con artisti della scena folk-rock nazionale ed internazionale. Con questo bagaglio i fratelli Marino e Sandro Severini, in arte The Gang, arrivano venerdì 05 alle 22:00 al Piccadilly di Chiaravalle, per raccontare tramite le loro canzoni un’Italia che cambia.

Il Carlino li ha intervistati per sapere in che fase della loro storia fossero i Gang.
Beh è una fase che gira nel solito circuito italiano – afferma il leader della band Marino Severini – le canzoni magari non hanno la risonanza dei media, ma noi le teniamo sempre vive sotto la cenere pronte a ritirare fuori un sentimento di unità del popolo che si è un po’ perso.

Dunque sarà così anche al Piccadilly?
Certamente. Quando siamo solo io e Sandro è possibile instaurare un dialogo col pubblico, si comincia col solito canovaccio poi non si sa dove arriviamo. Magari qualcuno sale sul palco e canta insieme a noi, chi lo sa?

Da tempo gira voce di un vostro nuovo album, ci dareste delle anticipazioni?
Al momento di certo c’è solo il titolo, che sarà Sangue e Cenere. Sarà composto di 11 canzoni inedite, ma non so dire ancora chi lo produrrà né la data d’uscita. A me piace godermele un po’ le produzioni, farle riposare, quindi immagino che difficilmente uscirà prima della primavera 2014.

E presenterete qualche pezzo questo venerdì?
No, non abbiamo mai lavorato in questo modo. Delle 11 canzoni del disco ne abbiamo inserita solamente una già sentita dai fan, ‘Perchè Fausto e Iaio’, che abbiamo suonato in un recente tour con il giornalista Daniele Biacchesi. Il brano è nato grazie alla sua conoscenza di quel terribile delitto e ci sembrava doveroso scriverlo.

Da ultimo, la Gang come vede la scena musicale anconetana e nazionale attuale?
Nonostante tutto in Italia la musica si vive e si fa con gli stili più disparati; il vero problema è che non ci sono gli spazi dove proporla. Su internet vedo un traffico terribile di gruppi, ma sulla strada ne trovo sempre meno. Il rock è un genere che vive d’esposizione, senza quella muore. È un problema che dovremmo cominciare a porci tutti quanti.

Ingresso gratuito
Info e prenotazioni: 3388271943

Francesco Mandolini
dal Resto del Carlino del 05/04/2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...