Qualcosa di REmarcheBLE!

Standard

Gruppo Baku, Alessio Pacci primo a sx

Gruppo Baku, Alessio Pacci primo a sx

Da un’idea dei quattro giovani teatranti jesini del gruppo Baku, coadiuvati dall’Amat e del gruppo Miras di Urbino, sta per prendere vita REmarcheBLE!, un progetto di spettacoli interattivi che viaggerà lungo tutta la regione cercando di capirne i talenti e bisogni, scoprendone anche le ricchezze.

La prima parte del progetto, che terminerà domenica 20 gennaio, è multimediale ed Alessio Pacci, responsabile per il Gruppo Baku, ne parla al Carlino:

A chi è rivolto il progetto e cosa si propone? E qual è lo scopo di questa prima parte?
“Il progetto è sperimentale e vuole animare parecchi posti delle marche – 17 luoghi pubblici tra teatri, pinacoteche e piazze – con un target d’audience di 18-35 anni. Faremo quindi degli aventi ad hoc studiati per ogni luogo (tra cui ricordiamo i teatri storici di Ascoli, Fabriano, Fermo, Jesi, Macerata, Recanati, San Benedetto del Tronto, Sant’elpidio a Mare, Urbino e Urbisaglia) con la partecipazione delle comunità a partire dai giovani alunni delle scuole superiori. Il nome del progetto è un gioco di parole tra l’inglese ‘remarkable’, cioè degno di nota, e il nome della nostra regione. Dunque chiediamo: cosa c’è di degno di nota qui? Fatecelo sapere con vostre immagini [all’indirizzo info@abracadamat.org n.d.r.], la migliore rappresenterà il progetto.”

Di cosa si occuperà il gruppo Baku nello specifico?
“Con Amat e Miras ci sarà una netta divisione dei ruoli. Compito dell’Amat sarà in qualche modo di educare le varie platee ad uno spettacolo diverso dal teatro classico, ma anche diverso dal solito concerto o commedia, mentre Miras farà attività di scouting a livello visivo (foto, grafiche e stampe) ed anche visuale (proiezioni, video art). A noi l’arduo compito di organizzare i diversi eventi, dialogare col pubblico prima e dopo gli spettacoli, usare i loro feedback per cucire addosso ad ogni singola piazza la rappresentazione migliore. Questo significa anche un grande lavoro di scouting di artisti, non nel senso più classico del provino, ma nel trovare persone disposte a sposare un progetto lungo un anno e che li vedrà coinvolti anche al di fuori della loro performance, per portare la cultura nei loro comuni.”

Quando inizieranno gli spettacoli?
“Ci saranno due turnazioni: maggio-agosto e settembre-dicembre. Alla fine della prima (costituita da circa 17 eventi detti REmarcheBLE days) programmeremo la seconda secondo i suggerimenti arrivati dal pubblico, poiché egli animerà veramente il luogo.”

Francesco Mandolini
dal Resto del Carlino del 17/01/2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...