La prof scrittrice. “il libro? pensato alla gita”

Standard

l'autrice Alessandra Montali

l’autrice Alessandra Montali

Nuovo libro pubblicato dalla chiaravallese Alessandra Montali, di lavoro insegnante di matematica nelle scuole primarie di Camerata Picena e Polverigi nonché scrittrice arrivata alla sesta pubblicazione per hobby.

Il tesoro del parco” (Grilloparlante) è l’ultima fatica dell’autrice che spiega al Carlino come è nata l’ispirazione per questo racconto:

“L’idea mi è venuta in mente tre anni fa di ritorno da una gita scolastica in cui visitammo il bellissimo Parco Sigurtà a Valleggio sul Mincio in provincia di Verona. Quel posto aveva un che di magico e nelle quattro ore del viaggio di ritorno scrissi praticamente tutta la trama.”

Perciò si può dire che trae ispirazione dalla vita di tutti i giorni?

“Dipende. Per lo più mi capita di essere ispirata da battute estemporanee che fanno i miei alunni, ma porto sempre con me un blocchetto per appunti, tante volte mi venisse un’idea dal nulla.
In generale la cosa che più mi aiuta e mi stimola quando scrivo è la musica; guardo pochissima TV ma se si tratta di scrivere ho le cuffie dell’mp3 sempre in testa.”

Nella sua produzione sembra prediligere molto le storie fantastiche per bambini, da cosa deriva quest’inclinazione? Ha qualche modello?

“Se dico di no sembro spocchiosa?” [ride] “in realtà non ho punti di riferimento veri e propri però avendo cresciuto due figli leggendo molti libri del Battello a Vapore sicuramente qualcosa è rimasto in me. Poi ho anche scritto un romanzo giallo [Voglia di fragola n.d.r.] che coi ragazzi non c’entra nulla ma mi ha dato moltissime soddisfazioni.”

Qual è la parte dello scrivere che ama di più?

“Due cose su tutte: il fatto che mi distende e che riesco a far provare ad altri le mie stesse emozioni; un esempio di quest’empatia risale a poco tempo fa quando ricevetti una mail da un lettore, il quale mi ringraziava per alcune pagine del libro che lo fecero piangere. Beh, erano le stesse identiche pagine che io scrissi piangendo. Bello no?”

Dopo ben sei pubblicazioni ha mai considerato l’ipotesi di fare la scrittrice a tempo pieno?

“No. Adoro insegnare ai ragazzini. A limite potrei cimentarmi con un grado d’istruzione superiore, ma ne riparleremo.”

Francesco Mandolini

articolo pubblicato sul Resto del Carlino di giovedì 3 maggio 2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...